La nostra
Giuria

Roland Seer, animatore/regista/docente (Estonia)

Cresciuto in un piccolo villaggio dell’Estonia meridionale tra natura, una discarica di macchine morte e una batteria. Avendo pochi amici ma una vivida immaginazione, il giovane Roland era costantemente in modalità creativa. Avanti e sempre proiettato nel futuro Roland è padre di due figli e ha uno studio d’animazione a Tartu dal nome Multifilm. Nel tempo libero è insegnante presso la scuola d’arte di Tartu e l’università di Tallinn. Dopo essersi diplomato in animazione in Danimarca, Roland ha lavorato principalmente come freelance per spot pubblicitari e video musicali. Il suo lavoro d’animazione e di direzione artistica più conosciuto è probabilmente “Amalimbo” vincitore al festival di Zagabria e con una nomination alla 73a Biennale di Venezia agli European Film Awards.

Chiara Campara, regista (Ita)

Chiara Campara (Verona, 1987) si è laureata in Filosofia all’Università degli Studi di Milano e ha studiato documentario alla Scuola di Cinema Luchino Visconti, Milano. Con il cortometraggio di diploma Photofinish è stata selezionata in concorso al Festival dei Popoli 2014. Ha co-prodotto e co-diretto, Sotterranea, progetto documentario lineare e interattivo, in concorso a Visioni dal Mondo 2016 e vincitore del Premio Miglior Webdoc a Capodarco L’Altro Festival 2016. Le Allettanti Promesse, documentario realizzato assieme a Lorenzo Faggi, ha vinto il premio Imperdibili al Festival dei Popoli 2017 ed è stato selezionato a Visioni Italiane, Full Frame Festival (USA) e Trento Film Festival. Il progetto di lungometraggio Lessons of Love è stato selezionato al programma internazionale Biennale College Cinema ed è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2019.

Michele Aiello, regista (Ita)

Michele Aiello (Verona, 1987), è un regista di documentari e formatore di video partecipativi. Fra i suoi lavori si ricordano Violent Borders (2016), Paese nostro (2017), Un giorno la notte (2019), Io resto (2021), quest’ultimo vincitore di numerosi premi. Socio di ZaLab, ha collaborato con Radio3 Rai, il Laboratorio Teatrale Integrato Piero Gabrielli del Teatro di Roma e il Movimento di Cooperazione Educativa. Dal 2021 è formatore per il progetto “Operatori di educazione visiva a scuola” del Piano Nazionale Cinema per la Scuola di MIUR e MiBACT.

Lisangela Perigozzo, curatrice (Ita)

si interessa di immagine contemporanea come linguaggio fotografico sia dal punto di vista tecnico sia da quello teorico, come evidenziano la pubblicazione con QuiEdit e i vari contributi su riviste specialistiche. Dopo le lauree in Lingue e culture per l’editoria e in Storia dell’arte all’Università degli Studi di Verona, e un master in Inglese per gli Affari Internazionali, ha gestito archivi fotografici di enti pubblici e privati, tra cui il fondo Pagliarani nell’archivio storico fotografico dei Musei Civici di Verona e quello della Fondazione Verona Minor Hierusalem, dedicandosi in particolar modo alla digitalizzazione del patrimonio culturale, come dimostra la realizzazione del progetto Google Arts & Culture per le sedi museali del Comune di Verona. Con un’esperienza pluriennale presso la galleria La Giarina Arte Contemporanea, si occupa dell’organizzazione di eventi d’arte e cultura, in particolare come referente per le attività culturali dell’associazione Amici del Lazzaretto di Verona, nonché della curatela di mostre d’arte e fotografia, collaborando con associazioni e spazi privati. È collaboratrice curatoriale presso il Festival Grenze Arsenali Fotografici.

Installazioni
ed esposizioni

Red Lab

L’associazione RedLab realizza camere oscure all’interno di alcuni campi profughi, in Iraq come altrove, per aiutare la riabilitazione delle persone tramite la fotografia analogica. I progetti sono incentrati sulla prevenzione della sofferenza e di vari tipi di disagio, cercando di creare un ambiente più sereno dove vivere anche in situazioni di emergenza umanitaria. Per ogni laboratorio, RedLab costruisce una camera oscura permanente e provvede alla fornitura di tutto il materiale fotografico.

Installazioni / esposizioni dal collettivo Lo Spazio Veronetta:

Noy Jessica Laufer “SENTATI CON ME”, Chiara Fogliatti “STIGE” , Tommaso Lugoboni “IPOTESI SUL SACRO”, Giulia Malacarne “URGENZE”, Angela Laci “DAMNATIO MEMORIAE” .

Installazioni di soundart di Graim Lab

“Il Graim Lab è un collettivo di Sound e Multimedia Artist nato a Vicenza tra le mura delle classi di Musica Elettronica del Conservatorio A. Pedrollo. In occasione del BFF22 il collettivo propone installazioni e live performance invitando il pubblico a partecipare attivamente, immergendosi in una suggestiva location all’aperto.
Soundscape, arte generativa, interattività, saranno elementi chiave dell’esperienza curata dal GraimLab, amplificata da un allestimento audio multicanale.”

Corinna Ferrarese “Dedica a Pasolini”

Presentatori

Lorenzo Bassotto

Luigi Turri

Marilucy Saltarin